introduzione


Nelle campagne del basso Salento, a pochi chilometri da Otranto e dal finis terrae di Santa Maria di Leuca, sorge la Masseria Alti Pareti, che si estende per circa cento ettari, è incastonata in un prezioso parco di olivi secolari e millenari e comprende anche un vigneto, un ficheto e un’ampia serra.

Alti Pareti è una struttura integrata in cui si fondono alla perfezione cultura, arte, formazione, ospitalità, agroalimentare.  I coniugi Raffaele Cazzetta e Giorgia Marrocco, infatti, proprietari della masseria dal 1990, hanno deciso di far confluire le loro storie familiari e imprenditoriali per dare forma a un sogno ambizioso. Dal connubio tra la tradizione di eccellenza dell’azienda olivicola Cazzetta e quella della Pimar di Giorgia Marrocco, azienda leader nella lavorazione della pietra leccese – un altro pilastro dell’economia salentina – è nata una nuova realtà creatrice e portatrice di cultura, nel suo significato più ampio e nobile.

Fiore all’occhiello del progetto Alti Pareti è il recupero e la valorizzazione dell’ulivo millenario e dei valori di cui esso è simbolo. Nel parco saranno installate opere d’arte in pietra leccese firmate da artisti di levatura internazionale, tra cui Álvaro Siza, Hidetoshi Nagasawa e Michelangelo Pistoletto, donando così al territorio un luogo dal forte valore aggiunto e fondendo il locale con il globale. Il parco sarà il fulcro di un percorso culturale ricchissimo, proprio a partire dal fortunato corto circuito tra l’ulivo e la tradizione ereditata dal barocco leccese, diventando testimone e allo stesso tempo crocevia di sinergie culturali che avranno come filo rosso principale il Mediterraneo.

Cultura però è anche sinonimo di eccellenza agroalimentare. Come azienda agricola, Alti Pareti spazia dalla produzione di olio da ulivi secolari, al vino delle migliori varietà locali, alle conserve, ai sottoli, alle marmellate e a molti altri prodotti realizzati da materie prime del territorio e di stagione.

Lo splendido casale del 1700, completamente ristrutturato, costituisce anche una struttura ricettiva calda e familiare, dove gli ospiti possono rilassarsi passeggiando nelle corti tipiche delle masserie arabo-salentine o nel grande oliveto, oppure nella piscina con solarium.
Alti Pareti vuole fare cultura anche con la formazione. Nell’ampio laboratorio della struttura masserizia, infatti, sono previsti corsi di cucina rivolti sia ai turisti sia ai professionisti del settore agroalimentare, dagli chef ai buyer nazionali e internazionali, come pure agli studenti e ai giornalisti specializzati. L’ampliamento della masseria prevede anche un’ala dedicata alla convegnistica, non solo a quella di settore ma anche a incontri culturali di alto profilo.

Alti Pareti è il luogo d’elezione per tutti coloro che amano il buon vivere – nel cibo, nel vino, nella natura e nell’arte – all’ombra dei sacri ulivi.